Google rimuoverà i risultati di ricerca che violano la privacy degli utenti

Google ha dichiarato di voler espandere i tipi di informazioni personali che rimuoverà dai risultati di ricerca nella SERP per tutelare la privacy e la sicurezza degli utenti.

Questa feature, che precedentemente copriva principalmente le informazioni che avrebbero potuto permettere i furti di identità o denaro, ora verrà estesa anche a informazioni come l’indirizzo di residenza, il numero di telefono, e le password.

Ora è infatti possibile aprire una richiesta a Google, chiedendo di smettere di mostrare determinati URL nella SERP che portano a informazioni che potrebbero far trovare a qualcuno la tua abitazione, o accedere ai tuoi account.

La volontà di tutelare maggiormente la privacy

In questo articolo, Google ha motivato la scelta di aggiungere queste opzioni, spiegando come internet è in continua evoluzione, e la privacy è una parte sempre più importante per gli utenti. Permettere che il motore di ricerca fornisca il tuo indirizzo o il tuo numero senza che tu lo voglia è qualcosa che non è più accettabile.

“Il libero accesso alle informazioni è un obiettivo chiave per Google, ma lo è anche permettere alle persone di avere gli strumenti di cui hanno bisogno per proteggersi e mantenere private le informazioni sensibili, personali e identificative. Ecco perchè stiamo aggiornando le nostre policies per aiutare le persone a prendere il controllo della propria presenza online su Google.”

verifica posizionamento sito google

Quali tipi di informazioni possono venire rimosse da Google?

Qui una lista, in cui le nuove aggiunte sono evidenziate in grassetto.

  • Numeri identificativi governativi confidenziali: ad esempio il numero della carta d’identità, il numero di previdenza sociale etc.
  • Numeri del conto bancario
  • Numeri della carta d’identità
  • Immagini di firme scritte a mano
  • Immagini di documenti d’identità
  • Referti altamente personali e riservati e referti ufficiali, come i referti medici
  • Informazioni di contatto personali (indirizzo personale, numero di telefono e e-mail)
  • Informazioni di login confidenziali

Google ha inoltre dichiarato che rimuoverà “immagini esplicite o intime non consensuali, deepfake pornografici e contenuti photoshoppati con l’immagine di qualcuno usata in modo fuorviante.

Come fare una richiesta contro una violazione della privacy?

Per chiedere a Google di rimuovere informazioni riservate che non vogliamo siano pubbliche per privacy, è necessario fornire una lista di URL in cui queste informazioni compaiono, insieme alle pagine di ricerca che contengono questi link.

Dopo aver fatto la richiesta, Google la valuta in base alle guidelines.

Laddove le informazioni fossero ritenute da Google di pubblico interesse, rilevanti per la stampa, rilevanti professionalmente o di provenienza governativa, Google cercherà di preservarle.

Ecco la dichiarazione del portavoce di Google Ned Adriance:

“If we can verify that such links contain personally identifiable information, there is not other content on the webpage that may be of public interest, and we receive a request to remove those URLs, we will do so, assuming they meet our requirements outlined in the help page — whether or not the information is behind a paywall”

Laddove Google decidesse di rimuovere i link richiesti, questi saranno rimossi o da qualsiasi ricerca Google, o come minimo da quelle che includono il nome di chi ha avanzato la richiesta.

Conclusioni

Google ci tiene in ogni caso a specificare che far rimuovere le informazioni dalla SERP Google non significa cancellarle per sempre da Internet: chi entra su una pagina tramite altre ricerche o un link diretto, sarà comunque in grado di trovare le informazioni su di noi una volta entrato sul sito.

Semplicemente, si può fare sì che quel sito non esca nei risultati quando qualcuno ricerca il tuo nome nello specifico, ad esempio digitando “Nome + indirizzo” o “Nome + numero di telefono“.

Dubbi sulla privacy e la cybersecurity? Contattate Piano Sito Web, siamo qui per questo!