Mockup: le 5W

È finalmente arrivato il momento: dopo l’ennesimo brainstorming, siete pronti a presentare il sito web che avete progettato al cliente. Come fare? Partite dal mockup!

Prima di spendere tempo ed energie nella realizzazione effettiva di un sito web, è buona norma presentare una bozza grafica al nostro cliente per verificare se gli piace ciò che abbiamo pensato, se ci sono stati dei misunderstanding o se ha delle modifiche dell’ultimo momento da suggerire e discutere insieme.


Per fare questo, ci sono varie modalità, da scegliere o combinare fra loro in base alla complessità del sito che dobbiamo realizzare e alle richieste del cliente.

Come?

O meglio, quale tipo di bozza scegliere?

  • Wireframe: è un vero e proprio “scheletro” del nostro sito web, il tipo più basico di bozza grafica, utile a rappresentare il layout e le funzionalità che avrà il nostro sito. Si concentra più sulla User Experience che sull’aspetto estetico, non deve essere in alta definizione né particolarmente fedele al prodotto finale.
  • Prototipo: modello in scala del sito, interattivo e cliccabile. È il tipo di bozza più vicino a quella che sarà l’esperienza dell’utente del sito reale.
  • Mockup: È un modello che si concentra sull’aspetto grafico, è in alta definizione e spesso molto simile al prodotto finale, ma non cliccabile o interattivo.

In questo articolo, ci andremo a concentrare proprio su quest’ultimo, il mockup, il che ci porta al prossimo punto:

Cosa?

Il mockup di un sito, insomma, è un modello puramente illustrativo realizzato ad hoc per presentare ed esporre al cliente l’esperienza visiva che avrà l’utente, ma senza le complete funzioni che ci saranno nel prodotto finito. Può rappresentare l’intero sito, o solo una parte di esso.

Mockup sito web

Perchè?

Sceglieremo un mockup quando avremmo la necessità di presentare il progetto di un sito concentrando l’attenzione sulla grafica e il design che esso avrà, risparmiandoci per il momento la fatica di creare un prototipo interattivo vero e proprio. Il nostro mockup non assomiglierà all’originale in quanto a funzionalità, ma potrà essere comunque molto dettagliato e realistico.

Quando?

Non solo siti web: i mockup ci servono per qualsiasi oggetto, virtuale o reale, su cui si voglia simulare un lavoro grafico. Tornano utili, ad esempio, per presentare un logo e far vedere al cliente come potrebbe essere applicato in diversi modi. 

Dove?

Si trovano gratis su Freepik, Unblast, Behance, Mockup World e tanti altri siti.

Se disposti a pagare un abbonamento mensile o annuale, su Mockplus, Envato Elements, Mockupcloud ci sono moltissime soluzioni di alto livello.

Mockup sito web
Il mockup può essere realizzato per vari tipi di dispositivi

Una volta deciso il design, aiuta utilizzare un mockup template per presentarlo al meglio al cliente. Il template può essere creato da noi, o più semplicemente scelto fra i modelli di template che si trovano online, ad esempio su Envato Elements. Una volta scelto il template, vi si potrà applicare il nostro design “incollandolo” con Photoshop.

In generale, il nostro consiglio è di non fossilizzarsi su un solo sito, ma di partire da ciò che stiamo cercando, e da lì selezionare chi ci offre le possibilità migliori in quel caso.

Chi?

Chi si occupa di mockup in gergo è detto Mockup Artist.

In generale, ci si rivolge ad un buon Graphic Designer o Web Designer, che studierà la vostra brand image e realizzerà per voi un mockup su misura. (P.S. se non sai a chi rivolgerti, noi di Piano Sito Web ne conosciamo giusto un paio 😉 )

Mockup sito web

Realizzare il modello di un sito web in modo professionale e presentarlo efficacemente al nostro pubblico è essenziale per il successo del progetto.

Non sapete proprio da dove cominciare? Qui vi avevamo spiegato i due criteri fondamentali da tenere a mente nel progettare un sito web.