Cosa sono i backlink

Cosa sono i backlink? I backlink sono tra gli elementi più importanti di posizionamento SEO che, se organizzati in modo corretto, possono far aumentare il traffico di uno sito web.

Nel 2016, persino Google ha confermato l’importanza dei backlink, come possiamo leggere in questo articolo.

Dunque, quando si costruisce un sito web, si deve fare particolarmente attenzione ai backlink e, se non siete esperti SEO o IT, potrebbe essere difficile comprendere di cosa stiamo parlando.

cosa sono i backlink

Cosa sono i backlink? Definiti anche “inbound link”, “link in entrata” o “link esterni”, sono dei veri e propri link che collegano due siti web. Puntano, cioè, da una pagina di un sito web alla pagina di un altro sito.

Hanno un ruolo importante perché sono indicatori di fiducia e popolarità.

Fiducia

Per far aumentare il successo SEO del proprio sito, è necessario fare attenzione ai link perché i motori di ricerca li usano per capire se un sito è autorevole o meno.

Sono quindi un indice di reputazione: il fatto che un sito esterno al vostro abbia al suo interno un link che riporta al vostro sito, significa che il vostro è un sito affidabile e veritiero.

Popolarità

Parliamo di popolarità perché i backlink sono un indice di popolarità per un sito o una pagina web. Se ci fate caso, esiste una forte correlazione tra siti che hanno tanti link che puntano a loro e un posizionamento alto.

Google giudica un sito in base a ragionamenti molto umani: così come noi ci fidiamo di una raccomandazione di qualcuno che si rispetta, Google si fida dei backlink di siti affidabili e autorevoli.

Esistono diversi tipi di backlink, quelli più importanti da conoscere sono: link Nofollow, link DoFollow, Link sponsorizzati o a pagamento, Link UGC, Link ad alta autorità, link tossici, Link editoriali.

Link Nofollow

Capita che si debba linkare un sito, ma non si desideri esservi collegati. Come si fa? Si utilizza l’attributo “rel=”nofollow” per informare Google e gli altri motori di ricerca che non dovrebbero passare PageRank (uno degli algoritmi che valuta la qualità dei backlink e che serve per determinare il punteggio dell’autorevolezza del sito).

Link dofollow

È semplicemente un link che non viene indicato come “da non giudicare”.

Link sponsorizzati o a pagamento

Negli ultimi anni si usufruisce sempre più spesso di sponsorizzazioni di bloggere o influencer per promuovere i propri contenuti. Quando si paga un backlink, si deve aggiunvere “rel=”sponsored” per informare Google che il link che analizzerà è stato ottenuto dietro un compenso.

Se doveste avere la tentazione di non inserire questa dicitura, dovete sapere che pagare o fare regali per ottenere link al proprio sito è una violazione delle linee guida per i Webmaster di Google e potrebbe influire negativamente sul vostro posizionamento.

Link UGC

I link UGC (User Generated Content) sono I link che arrivano dai vari “mi piace” di forum, blog e commenti. Viene inserito come “rel=”ugc” e informa che è un contenuto inserito da un utente e non da un webmaster.

Link ad alta autorità

Sono tutti i backlink che provengono da fonti che sono autorevoli e attendibili, come un giornale ad esempio. Ovviamente, possono dare un boost non da poco al vostro posizionamento.

Link tossici

Esistono, ovviamente, anche collegamenti che possono danneggiare il vostro sito e la sua possibilità di posizionarsi in alto nelle ricerche.

I backlink tossici sono quelli che provengono da siti di bassa qualità, che violano le linee guida di Google o che hanno una autorevolezza talmente bassa che essere citati da questi siti non porta a nulla di buono.

Link editoriali

Infine, i link editoriali sono tutti quei link ottenuti in modo editoriale: se, cioè, un giornalista o un webmaster ha deciso di collegare a un altro sito web o pagina web che considera meritevole, anche con il solo scopo di migliorare la lettura di un blog ad esempio.