Front-end e Back-end: Cosa sono?

Vi è capitato di sentire parlare di front-end e back-end, ma non avete idea di cosa siano? Non preoccupatevi, ve lo spiegheremo in maniera molto semplice!

Quando si parla di front-end e back-end si fa riferimento alla struttura di un sito web. Possiamo tranquillamente suddividere un sito in due parti principali:

  • Visibile: la parte che l’utente finale vede e con cui interagisce.
  • Non visibile: il nucleo del sito web, senza il quale il sito non funzionerebbe.

Front-end e Back-end: Cosa sono?

Front-end

Partiamo dal più facile dei due termini, il front-end.

Comprendere il significato è molto semplice, poiché fa riferimento alla parte visibile di un sito web. Si tratta non solo di un discorso estetico legato alla grafica di un sito, ma anche, e soprattutto, di user experience.

Un utente che naviga su un sito web viene sicuramente colpito a primo impatto dalla parte estetica di un sito, ma ciò che più influisce sulla sua valutazione del sito è la user experience. Un sito esteticamente bello e con molte animazioni contiene molte informazioni che rendono il sito lento e, spesso e volentieri, complesso. L’utente invece vuole che il sito sia rapido e funzionale, semplice da navigare e che lo porti nel minor tempo possibile ad ottenere la sua risposta. Insomma, se è possibile arrivare ad una risposta in quattro clic, l’utente se ne aspetta tre.

Lo sviluppatore front-end è la figura magica in grado di sorprendere l’utente, col compito di farlo arrivare alla risposta in due clic e con un design accattivante.

Gli strumenti del mestiere sono tre linguaggi di programmazione, che coordinati tra di loro generano il front-end.

Il primo si occupa di fornire e organizzare i contenuti del sito, ovvero cosa si vede ed è il linguaggio HTML.

Il secondo ha invece il compito di dargli un aspetto, ovvero come si vede ed è il linguaggio CSS.

L’ultimo invece è quello più “spettacolare”, si occupa infatti di aggiungere elementi interattivi come pop-up e animazioni ed è il linguaggio JavaScript.

Con questi tre strumenti lo sviluppatore front-end può scatenare tutta la sua fantasia e stupire il pubblico!

Back-end

Eccoci al termine più noioso, ma come spesso capita per le cose noiose è anche fondamentale, il back-end.

Rispetto al front-end è più complesso da comprendere, proprio perché fa riferimento alla parte di sito web che non si vede e che di conseguenza agli occhi dell’utente medio non esiste. Poveri sviluppatori back-end, un compito così complesso senza ricevere alcun riconoscimento!

Deve costruire lo scheletro del sito e conoscere magistralmente i database, per poter indirizzare le informazioni in modo ordinato lungo le svariate pagine presenti, in modo che lo sviluppatore front-end li possa utilizzare. Le due figure infatti devono lavorare a stretto contatto, solo con una buona affinità uscirà fuori un sito bello, efficiente ed efficace.

Quali sono i suoi strumenti del mestiere? Troppi, vi parleremo di quelli fondamentali.

– Attenzione! Lo studio di questi programmi potrebbe nuocere alla vostra salute mentale! –

Il linguaggio fondamentale è Java (importante non confondersi con JavaScript, sono diversi!), essendo indipendente dai sistemi operativi è il più utilizzato per sviluppare applicazioni web. Altri strumenti utili per sviluppare applicazioni web e analizzare i dati sono PHP, C#, Python e Ruby. Per il vostro benessere mentale accenniamo solo i nomi e non ci assumiamo le responsabilità legate alla vostra integrità psico-fisica.

Pensate siano finiti? Vi sbagliate, mancano gli strumenti per lavorare sui database!

I software per creare e modificare database fondamentali sono SQL, Oracle MySQL, Microsoft SQL Server, MongoDB.

Se avete intenzione di creare un sito, assicuratevi di avere come amico uno sviluppatore back-end e tenetevelo stretto!

Front-end e Back-end: Cosa sono?

Fullstack developer

No, non abbiamo ancora finito. Ma tranquilli, questa parte è la più semplice.

Vi presentiamo la più incredibile delle creature che stanno dietro ai siti web, il fullstack developer. È sia uno sviluppatore front-end sia uno sviluppatore back-end, quindi in grado di utilizzare gli strumenti del mestiere di entrambi al meglio.

E non ha il problema di dover coordinare due menti diverse! Forse…