Come scegliere i template di un sito?

Vi è mai capitato che qualcuno vi chieda “voglio il sito identico a ***, me lo fai uguale?” e voi per accontentare il cliente, rispondete “sì certo!”? Probabilmente sì, o probabilmente no, in ogni caso è sempre meglio capire quale sia il modo più adatto per scegliere un template. Noi di Piano Sito Web siamo qui per spiegarvelo.

ben kolde bs2Ba7t69mM unsplash scaled

Come scegliere i template di un sito?

Scegliere i template per un sito è molto importante, se non fondamentale. Perché? Il template è la base per creare la struttura del sito che influenzerà a sua volta due elementi molto importanti:

  • la velocità e il caricamento dei contenuti
  • l’indicizzazione degli articoli inseriti


Quindi, dove posso trovarli?
Esistono molti modi per costruire siti, si va dal classico WordPress a Prestashop e, molti, sono anche gratuiti. Alcuni, template, invece, sono a pagamento con delle funzionalità maggiori ovviamente. Il nostro consiglio è di acquistare un template perché porta ad avere una relazione con gli utenti, quindi di conseguenza a un guadagno, senza contare che avrete maggiori possibilità di personalizzare il vostro sito.

Per poter avere dei risultati ed essere competitivi nel mercato, è bene fare attenzione a:

  • velocità del caricamento delle pagine
  • indicizzazione e la SEO
  • assistenza nel caso in cui il sito dovesse avere problemi

Se avete bisogno di un’ulteriore consulenza per definire degli obiettivi e una strategia, potete chiedere a noi di Piano Sito Web.

kevin bhagat zNRITe8NPqY unsplash
https://unsplash.com/photos/zNRITe8NPqY

Quale template scegliere?

Per capire quale template scegliere è utile conoscere quali sono i trend del momento riguardo i siti. Per farlo, potete curiosare su siti come Pinterest e Awwwards. Cercare i trend vi aiuterà a indirizzarvi sulla giusta strada per poter creare un sito funzionale. La soluzione migliore sarebbe: utilizzare un template che in molti usano così da facilitare il lavoro e assicurare una maggiore indicizzazione.

Un altro spunto che potrebbe essere utile è: capire cosa dicono gli utenti su alcuni template. “Funziona?” “È veloce?” “Si capisce?” “Quanto tempo ci metto a capire di cosa sta parlando?”

Concentrati sull’obiettivo del tuo brand, su che target vuoi puntare e soprattutto, fai una ricerca dei tuoi competitors. Perché? Perché è importante capire cosa fa e come agisce il tuo “nemico” digitale in questo caso.

Guarda sempre cosa fanno i competitors per prendere ispirazione.

Posso divertirmi a personalizzare il mio sito?

Dipende, divertirti sempre ma con moderazione. (troppo duri?) No, non volevamo spaventarvi, ma ricordati che la professionalità e la User Experience devono avere la precedenza. Inoltre, la grafica va sperimentata solo se si è capaci, soprattutto per un sito. Se non siete particolarmente conoscitori del mondo grafico vi consigliamo di chiedere a degli esperti che vi sappiano indicare la giusta grafica da fare. Un sito non deve essere solo bello ma in primis deve essere funzionale.

Se volete divertirvi un pochino a smanettare, vi consigliamo AdobeXd. No, tranquilli, non parliamo di codici, ma di creazione di prototipi, ovvero, un software di progettazione per i siti web e app mobili. AdobeXd è distribuito da Adobe dentro Creative Cloud.

Xd è semplice e intuitivo da usare. Offre tutti i tipi di wireframe e dà la possibilità di creare i prototipi facendo i collegamenti con i click. Ti permette in ogni momento di guardare l’anteprima di quello che stai facendo così da capire se la funzionalità è corretta. Divertente no?

In ogni caso, uno dei consigli fondamentali è inserire la giusta dose di immagini, testi e grafica, troppo di tutto potrebbe risultare fuorviante.